Bando INAIL Isi 2017 - promemoria scadenza

(di Luca Zambello)

Mancano ormai pochi giorni alla scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione al Bando INAIL Isi 2017, l’iniziativa dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, che prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 65% del valore dell’investimento, per le aziende che effettuino opere in favore del miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul luogo di lavoro.

Bando Inail 2018: Contributo del 65% a fondo perduto

(di Luca Zambello)

Con il Bando Inail Isi 2017, sono stati destinati oltre 249 milioni di euro per operazioni di investimento finalizzate al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. Le aziende hanno tempo fino al 31 Maggio 2018 per l’inserimento delle domande di accesso al contributo. 

 ______________

In cosa consiste il contributo?

Lavoro a chiamata e obbligo del DVR (Documento di valutazione dei rischi)

(di Eleonora De Biaggi)

Con lettera circolare del 15 Marzo 2018 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha ribadito, quanto peraltro già sostenuto dallo stesso Ministero del Lavoro nel 2012 (Circ.18 e 20 del 2012) che, in caso di assunzione di lavoratori con contratto intermittente cosiddetto “a chiamata” in assenza della Valutazione dei Rischi il rapporto di lavoro sarà convertito in un ordinario rapporto di lavoro subordinato.

______________

Novità pagamento in contanti dal 2018 - monete da 1-2 centesimi

(di Natascia Prencisvalle)

A decorrere dal 1° Gennaio 2018 è sospesa la produzione da parte dell'Italia di monete metalliche in euro di valore unitario pari a 1 e 2 centesimi. Durante il periodo di sospensione quando un importo in euro costituisce un autonomo importo monetario complessivo da pagare e il pagamento è effettuato integralmente in contanti, tale importo è arrotondato, a tutti gli effetti, per eccesso o per difetto, al multiplo di cinque centesimi più vicino.

______________

Cooperative: modifiche dopo la legge di bilancio 2018

(di Natascia Prencisvalle)

Nella legge di bilancio 2018 ci sono importanti novità in tema di cooperative, in particolare ciò che riguarda la lotta alle “false cooperative” e il prestito sociale. 

______________

Lotta alle “false cooperative”

Il nuovo “bonus” per il giardino

(di Eleonora De Biaggi)

Da quest’anno e solo per il 2018 la “sistemazione del verde”, l’impianto di irrigazione, i pozzi o i giardini pensili costeranno meno grazie alla detrazione IRPEF che viene riconosciuta. 

Il beneficio è riconosciuto per spese eseguite su immobili ad uso abitativo di importo massimo pari a 5.000 euro.

______________

A chi è destinato il bonus?

Il beneficio della detrazione IRPEF spetta:

Congedo al padre per la nascita del figlio: cosa cambia dal 2018

(di Eleonora De Biaggi)

Ridotti i termini per la detrazione IVA: ulteriori chiarimenti

(di Natascia Prencisvalle)

Sul punto, la Circolare 1/E del 17/01/2018, dell’Agenzia delle Entrate, ha precisato quanto segue:
“il diritto alla detrazione potrà essere esercitato nell’anno in cui il soggetto passivo, essendo venuto in possesso del documento contabile, annota il medesimo in contabilità, facendolo confluire nella liquidazione periodica relativa al mese o trimestre del periodo di competenza.”
______________

La stessa Circolare espone le seguenti ipotesi operative:

Ridotti i termini per la detrazione IVA

(di Natascia Prencisvalle)

Il decreto 50/2017 ha limitato il diritto alla detrazione dell’IVA acquisti con la dichiarazione IVA annuale. Ciò significa che, per recuperare l’IVA di acquisto delle fatture con data 2017, la registrazione delle stesse dovrà necessariamente avvenire con data 31/12/2017 e comunque entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all’anno 2017 e con riferimento al medesimo anno (2017).

______________

2000 tirocini per i giovani

(di Eleonora De Biaggi)

Per far fronte al preoccupante aumento del tasso di disoccupazione giovanile ed in particolare per agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani NEET (N ot in  E ducation,  E mployment or  T raining), cioè quei giovani che non sono impegnati né in un’attività lavorativa né in un percorso di studio, è stato approvato un Piano Regionale della Garanzia Giovani in Veneto con uno stanziamento di risorse pari a 2.400.000,00 € per favorirne l’occupazione.

Pagine

Abbonamento a Econ-test RSS