Dal 12 Ottobre obbligo di segnalare anche gli infortuni brevi

Versione stampabileVersione stampabile

(di Eleonora De Biaggi)

 

I datori di lavori hanno un nuovo obbligo: La segnalazione all’INAIL degli infortuni dei propri lavoratori che abbiano una durata di un solo giorno oltre a quello dell’evento.

Entro 48 ore dalla ricezione del certificato infatti dovranno effettuare la comunicazione telematica.

______________

Prima l’obbligo scattava se l’infortunio aveva durata di almeno 3 giorni, soglia minima per l’Istituto per intervenire ai fini assicurativi, ora invece scatta l’obbligo anche sotto la soglia di risarcibilità per soddisfare appunto un onere di carattere statistico come previsto dal Decreto ML 183/2016.

______________

Il lavoratore dovrà ottenere la certificazione medica, contenente la diagnosi e i giorni di presunta inabilità, e informare tempestivamente dell’infortunio il proprio datore di lavoro comunicando il numero del certificato e la data di rilascio. A quel punto il datore di lavoro ha 48 ore per trasmettere i dati all’INAIL ai fini statistici e assicurativi.

______________

Se il lavoratore omette di effettuare la comunicazione di infortunio ne deriva la perdita del diritto al risarcimento da parte dell’INAIL mentre per il datore di lavoro la mancata comunicazione all’INAIL comporta sanzioni.

 ______________

“Lo Studio è a disposizione per fornire supporto in merito e vi augura un buon proseguimento.”

Tags:  Lavoro